Passaporto Implantare: cos'è e a cosa serve?

Passaporto implantare

Nella situazione attuale, dove specialmente per lavoro, continuiamo a modificare il nostro stile di vita e di conseguenza l'area in cui viviamo, il paziente cui abbiamo realizzato una protesi implantare, può avere l'esigenza di sottoporsi a un controllo anche presso uno specialista diverso, che non possiede la sua cartella clinica, magari a distanza di molti anni dall'intervento.

Passaporto Implantare

Per questo motivo viene rilasciato al paziente dopo l’intervento chirurgico di implantologia dentale il "passaporto implantare", denominato "Dental Card" dalla Sweden & Martina, nostro fornitore implantologico. 

All’interno di questo documento sono inserite delle etichette che indicano la natura degli interventi effettuati (impianti, monconi, viti), il materiale utilizzato, la data d'inserimento, la posizione nella bocca, fino a particolari molto dettagliati, quali il codice articolo e il numero di lotto dell’impianto. 
Visionando questi dati, qualunque dentista potrà avere un quadro clinico preciso della bocca del paziente e regolarsi di conseguenza per gli interventi o per le procedure di mantenimento.
Tutto questo rappresenta una "garanzia"  di assistenza internazionale nonché strumento di sicurezza e tranquillità per il paziente per quanto riguarda i materiali impiegati, poiché l’indicazione del riferimento del lotto ne consente la rintracciabilità anche ad anni di distanza